Volontari Assunzionisti.

Sovente, dei laici di ogni età e condizione si sono impgnati come volontari per collaborare con noi, per un tempo determinato, all’vvento del Regno.
Gli Agostiniani dell’Assunzione sono impegnati, nel mondo intero, in vari progetti apostolici: ogni attività che può aiutare all’Avvento del Regno di Dio deve essere realizzato. Questo è espresso anche nella nostra Regola di Vita: “L’apostolato della nostra Congregazione inserisce le nostre comunità nella missione della Chiesa: fare di tutti gli uomini il Popolo di Dio. Il nostro motto: “VENGA IL TUO REGNO”, ci spinge a lavorare per l’avvento del Regno di Cristo in noi e nel mondo. Come il Padre l’ha mandato, così il Cristo ci manda a servire i nostri fratelli attraverso la proclamazione del Vangelo, e ci promette il suo Spirito.” (R.V. 13)
Spesso, persone di tutte le età e di qualsiasi condizione, si sono rese disponibili, come volontari, a lavorare insieme a noi, per un periodo, all’avvento del Regno di Dio. Con il tempo, abbiamo realizzato le strutture necessarie per accogliere questi volontari. Per noi, è una grande gioia poter collaborare con i Volontari all’Assunzione al servizio delle chiese locali.

Giovani Volontari Assunzionisti

Il programma “Giovani Volontari all’Assunzione” è aperto ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni.

Proponiamo ai volontari di unirsi a noi e aiutarci, per un tempo, nel nostro lavoro al servizio del Regno di Dio e della Chiesa. Un certo numero di posti è disponibile in Francia e in altri paesi d’Europa e del mondo.
Durante il periodo di volontariato, il volontario è associato agli Assunzionisti con un contratto di volontariato; questo non è equivalente a un contratto di lavoro. Questo contratto è incompatibile con qualsiasi altra attività rimunerativa.

Laico Volontari Assunzionisti

Il programma Volontario Laico all’Assunzione è aperto a tutte le persone maggiorenni, avendo quindi compiuto i 18 anni. Esso si rivolge ai celibati, alle copie o alle famiglie.

Proponiamo ai volontari di unirsi a noi e aiutarci per un periodo, nel nostro lavoro all’avvento del Regno di Dio e al servizio della Chiesa. Durante tutto il periodo di volontariato, il volontario è associato agli Assunzionisti con un contratto di volontariato, il quale non è un contratto di lavoro. Questo contratto è incompatibile con qualsiasi altra attività rimunerativa.

Domande frequenti

Si! Accettiamo sempre un candidato per un posto che si è scelto, nella misura in cui il posto rispettivo non è già occupato. Un volontario non sarà mai mandato in un posto nel quale non desidera andare.

L’aspetto spirituale del programma Volontari all’Assunzione è essenziale. Questo programma è pensato per aiutare i volontari a approfondire la propria fede e la sua relazione con Dio. Attraverso la collaborazione con i volontari, vogliamo lavorare all’avvento del Regno di Dio. È richiesto quindi al volontario di condividere la vita comunitaria dove risiede e soprattutto la sua vita di preghiera.

Avrò di cosa vivere? Il volontario è preso in carico (alloggio e cibo) dalla comunità dove risiede. Riceverà al mese 150€ per spese personale. Se non è coperto da un’assicurazione sociale, l’Assunzione si impegna di offrirgli un’assicurazione durante il periodo di volontariato.

No. Se il suo lavoro richiede una macchina, sarà la comunità a incaricarsi di assicurare al volontario il necessario per adempiere il suo lavoro.

Sì, però il tempo di volontariato deve essere di minimum 12 mese. Nello stesso tempo non accettiamo mai candidati senza incontrarli personalmente per condividere le loro motivazioni, le aspettative personale. I candidati devono quindi provenire da paesi dove l’Assunzione è presente; in Italia ci sono due comunità, una a Firenze e una a Roma.

Il volontario risiede in una comunità assunzionista dove dispone di una stanza propria. Egli ha ugualmente accesso a tutti gli spazi comunitari.

Un impegno di 12 mesi, senza essere obbligatorio, è la durata ideale: ciò permette in effetti al volontario di avere il tempo di rendersi conto del lavoro richiesto, e allo stesso tempo mantenere il tempo necessario per realizzare un vero lavoro pastorale. Una durata di 4-6 mesi potrebbe portare il volontario a concludere la sua esperienza proprio nel momento nel quale incominciava a sentirsi a suo agio. Una durata di 12 mesi permette ugualmente la possibilità di offrire una vasta gamma di servizi perché permette una minima formazione.

Bisogna contare almeno due mesi tra la ricezione di una richiesta di volontariato e l’inizio del periodo di volontariato. All’Assunzione c’è un gruppo di lavoro per accompagnare e selezionare le richieste di volontariato. Il contatto, il dialogo e il discernimento prima dell’inizio del volontariato, a volte, possono richiedere un certo tempo. Altri fattori, come la mancanza di sufficienti informazioni, potrebbero aumentare questo periodo.

Un volontario lavora normalmente solo durante i giorni feriali, 40 ore a settimana. Occasionalmente gli si potrà richiedere di lavorare nella serata o in week-end se il loro impegno lo richiede; in questi casi potrà prendere in un altro momento il corrispettivo tempo di riposo.