PROVINCIA D'EUROPA

Firenze - Italia

Continuazione della riflessione sulla preparazione del 34° Capitolo generale.

Quarto giorno di lavoro del CGP a Roma '22
In occasione della festa di San Francesco Saverio, missionario gesuita in Asia, abbiamo pensato a tutti i nostri fratelli e sorelle nei vari Paesi del mondo, e in particolare a quelli del Vicariato di Asia-Oceania.

Abbiamo continuato la nostra riflessione sulla preparazione del 34° Capitolo generale con una discussione molto costruttiva sui punti da affrontare. La presenza ieri pomeriggio di padre Alberto Toutin è stata valutata positivamente. Abbiamo capito meglio che con lo spostamento geografico che l’Assunzione ha vissuto negli ultimi anni, spostandosi massicciamente in Africa e in Asia, era giunto il momento di cambiare le nostre abitudini e di sperimentare nuovi modi di fare le cose.

La sfida è infatti quella di formare un unico corpo che sia segno del Regno. Una domanda ci sembra importante: il Capitolo generale sarà in grado di offrirci strutture missionarie per mantenere la nostra rilevanza apostolica? Sarà anche necessario rafforzare la preparazione dei giovani religiosi affinché siano apostoli del Regno per i tempi nuovi. Sarà bene che questo parta dalle nostre risorse, perché le abbiamo.

Sarebbe deleterio lasciarsi sopraffare dalle difficoltà e dimenticare di prendere in considerazione tutto ciò che di buono e bello c’è nella nostra vita assunzionista.

In secondo luogo, abbiamo riflettuto sui mezzi da implementare per sostenere l’Università dell’Assunzione. Siamo legati a quest’opera di educazione, che ha ereditato la grande tradizione assunzionista, ma che richiede una rinnovata presenza di religiosi. Padre Dennis ha parlato a nome dell’università per dire che è disposta ad accogliere gli studenti dell’Assunzione e a prepararli per un apostolato nel mondo americano. Alcuni potrebbero diventare insegnanti, altri animatori pastorali o coinvolti nell’amministrazione dell’università. Perché ciò avvenga, è necessario promuovere la conoscenza della lingua inglese nella formazione degli Assunzionisti.

Un’altra parte della giornata è stata dedicata al dibattito sul Piano immobiliare a medio termine. I vari gruppi linguistici hanno espresso i loro commenti sui vari progetti. Alcune sono incoraggiate, altre richiedono correzioni importanti per adattarsi meglio alle nostre finanze. Le decisioni saranno prese a breve quando le province avranno stabilito il livello di partecipazione economica.

Un altro argomento economico è stata la presentazione del bilancio per il prossimo capitolo generale. È una fortuna che questa assemblea si riunisca ogni 6 anni, poiché il costo è elevato e richiederà un prelievo sul fondo generale della Casa per finanziarlo. Abbiamo anche esaminato il bilancio della Casa Generalizia, che è in forte aumento a causa del costo dell’energia e dell’inflazione in Europa. Possiamo mantenere la casa a Roma quando in Occidente le risorse diminuiscono e le giovani province faticano a vivere? Non dovremmo prendere in considerazione l’idea di trasferirci in una casa più piccola? La riflessione continuerà.

Infine, per concludere la giornata, abbiamo appreso il lavoro svolto dagli Economi provinciali in merito alle attività apostoliche dei religiosi. Oggi, gli Assunzionisti impegnati nelle parrocchie sono circa 260, cioè il 48% dei religiosi attivi, e 160 impegnati in varie misure nelle opere educative (88 istituti e 30.000 studenti). L’Assunzione è davvero un corpo mobilizzato per il Regno. Domani, domenica, sarà una giornata di relax. Fratello Didier ha organizzato una gita culturale per noi. Ne parleremo presto.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gli aggiornamenti

Altro da Esplorare