PROVINCIA D'EUROPA

Firenze - Italia

Il secondo giorno lavorativo del CGP

Lavoro del Consiglio Generale Plenario a Roma.
Il secondo giorno dei lavori del CGP è stato dedicato allo studio del Piano immobiliare a medio termine della Congregazione.

Inizialmente, il PMT avrebbe dovuto coprire 5 anni di esercizio, ma è apparso necessario ridurne la durata per adattarlo meglio alla realtà delle province. Il documento fornito ai membri del Consiglio di amministrazione era particolarmente imponente, con 193 pagine. Il documento comprendeva le esigenze edilizie previste dalle Province per i prossimi tre anni, i piani di costruzione, le specifiche e un’argomentazione che specificava la rilevanza apostolica e comunitaria dei progetti. A coronamento di tutto ciò, abbiamo avuto anche l’esperienza del Consiglio economico della Congregazione, che ha dato il suo parere informato.

Abbiamo avuto tempo sufficiente per appropriarci del documento e poi un momento di scambio in gruppo per fissare le priorità e i mezzi da trovare per finanziarle. Questo esercizio ci aiuta a crescere nella corresponsabilità nella congregazione e ci permette anche di prevedere meglio i nostri orientamenti apostolici. Il fratello Didier ha svolto un lavoro importante e lo ringraziamo di cuore.

La questione che rimane è quella delle nostre risorse per soddisfare la nostra ambizione apostolica. La capacità dell’Assunzione è limitata e possiamo sperare di liberare 200.000 dollari all’anno per i vari progetti. È poco rispetto alle esigenze espresse. Da qui la necessità di riflettere attentamente sulle nostre priorità e di vedere come sollecitare le organizzazioni esterne alla congregazione. Il ruolo dell’Ufficio per lo sviluppo e la solidarietà (BDS) è quindi fondamentale per il futuro dei nostri progetti.

Il pomeriggio è stato riservato alla condivisione tra i provinciali e con il Superiore generale. Questi incontri sono essenziali per mantenere viva la solidarietà tra di noi. I provinciali hanno molti dossier da studiare tra loro per accogliere i fratelli studenti, ricevere i religiosi per le varie opere, prevedere collaborazioni. Si sta gradualmente creando una consapevolezza comune.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gli aggiornamenti

Altro da Esplorare