PROVINCIA D'EUROPA

Firenze - Italia

I ribelli dell’M23 avanzano nel Congo orientale

Ribelli M23
Carl de Souza /AFP/ Getty Images
Pesanti combattimenti hanno avuto luogo per tutta la giornata di lunedì, quando le truppe congolesi si sono scontrate con il gruppo a circa 50 km (30 miglia) a nord-est della capitale provinciale del Nord Kivu, Goma.

Reuters

KINSHASA, 29 marzo (Reuters) – I ribelli del gruppo M23 hanno guadagnato terreno nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo da quando hanno attaccato due posizioni dell’esercito vicino al confine con l’Uganda e il Ruanda lunedì sera, hanno detto un membro della società civile e un gruppo di ricerca.

Un coordinatore della società civile nella vicina città di Rutshuru, la sede amministrativa locale, ha detto che i ribelli dell’M23 si erano spostati nella città di Kabindi ed erano a un chilometro da un ponte di terra che porta a Rutshuru.

“Se questi nemici riescono a sloggiare le nostre forze, il centro di Rutshuru cadrà nelle mani degli assalitori”, ha detto Jean Damascene Baziyaka ai giornalisti martedì.

Il Kivu Security Tracker, un gruppo di ricerca che mappa i disordini nel Congo orientale, ha anche riferito che l’M23 avanza verso Rutshuru con diverse città prese lungo la strada.

I ribelli dell’M23 hanno conquistato ampie fasce di territorio durante un’insurrezione nel 2012 e 2013, prima di essere cacciati dalle forze congolesi e delle Nazioni Unite in Uganda e Ruanda.

Gli investigatori delle Nazioni Unite hanno precedentemente accusato il Ruanda e l’Uganda di sostenere il gruppo, cosa che entrambi i paesi hanno negato.

Il Ruanda martedì ha ribadito di non essere coinvolto in alcuna “attività belligerante” nel suo vasto vicino dopo che il Congo ha detto che l’M23 era sostenuto da soldati ruandesi, due dei quali ha detto di aver catturato.

La portavoce della Croce Rossa dell’Uganda, Irene Nakasita, ha detto che 6.000 rifugiati hanno attraversato il confine con l’Uganda dal Congo lunedì.

“Sono stati portati in un centro di accoglienza a Kisoro da dove saranno processati e portati in un campo di reinsediamento per rifugiati”, ha detto Nakasita.

I ribelli del M23 hanno lanciato un attacco simile nelle stesse zone a novembre, che è stato respinto dall’esercito congolese.

Ci sono stati sforzi regionali negli ultimi anni per far smobilitare il gruppo, ma i suoi leader si sono lamentati della lenta attuazione di un accordo di pace e hanno accusato l’esercito congolese di fare la guerra contro di loro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gli aggiornamenti

Altro da Esplorare